Bandi regionali – TOSCANA CONTRIBUTI

Mia Immagine

Info: Finanziamenti e Agevolazioni

 


TOSCANA.PiombinoToscana: PAR FAS (Fondo Aree Sottoutilizzate) 2007/2013.
Linea di intervento 1.6. A – “Interventi di sostegno alle imprese dell’area di crisi di Piombino”.
Agevolazione sotto forma di finanziamento agevolato a tasso zero. Il fondo supporta programmi di investimento in attivi materiali e/o immateriali realizzati da PMI nell’Area di crisi di Piombino, ed in particolare nei Comuni di Piombino, Campiglia Marittima, Suvereto e San Vincenzo, per installare un nuovo stabilimento, ampliare uno stabilimento esistente, diversificare la produzione di uno stabilimento mediante prodotti nuovi aggiuntivi o trasformare radicalmente il processo produttivo complessivo di uno stabilimento esistente. Data inizio presentazione domande: 07/03/2016. CHIEDI INFORMAZIONI

CLICCA QUI PER VEDERE TUTTO SU: Toscana: FAR 2007-13 Linea 1.6.A Sostegno alle imprese dell’area di crisi di Piombino”

                    <p><img alt="FondoRotativo-FURP" height="100" src="http://www.toscanacontributi.it/images/AGEVOLAZIONI/TOSCANA/FondoRotativo-FURP.png" width="100" />Gli aiuti per la realizzazione dei progetti di investimento sono concessi nella forma di finanziamento a tasso zero pari al:  - 60% del programma di investimento ammesso all’agevolazione a seguito di valutazione; - 70% del programma di investimento ammesso all’agevolazione a seguito di valutazione, limitatamente ai programmi di investimento proposti da imprese giovanili e femminili.</p>

Possono presentare domanda le Micro, Piccole e Medie Imprese ( PMI), ivi comprese le società consortili a partire dal 1 settembre 2014 per le imprese delle categorie Artigianato e Cooperazione. Per le imprese della categoria Industria la data di apertura sarà fissata con apposito decreto della Regione Toscana. CHIEDI INFORMAZIONI

Mia Immagine

Info: Finanziamenti e Agevolazioni

CLICCA QUI PER VEDERE TUTTO SU: FURP Fondo Unico Rotativo per Prestiti

                    <p><img alt="TOSCANA.POR.CREO.2014 2020" height="100" src="http://www.toscanacontributi.it/images/AGEVOLAZIONI/TOSCANA/TOSCANA.POR.CREO.2014-2020.jpg" width="100" />Toscana Por Creo Fesr 2014-2020. Le "opportunità" del Programma operativo regionale (Por) del Fondo europeo di sviluppo regionale (Fesr) 2014-2020.

Il Programma operativo regionale (Por) Fesr (Fondo europeo di sviluppo regionale) 2014-2020 della Toscana ha l’obiettivo di contribuire alla realizzazione della strategia dell’Unione Europea per una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva, nonché di favorire la coesione economica, sociale e territoriale. Per questo, la Toscana dovrà perseguire l’alta qualità delle produzioni, con contenuti sempre più elevati di progresso tecnico e, più in generale, di conoscenza. In un’ottica di concentrazione dell’uso delle risorse, la Toscana ha scelto di puntare sugli aiuti al sistema imprenditoriale da un lato e gli interventi territoriali dall’altro, per accrescere la competitività del sistema economico regionale, sostenendo processi di innovazione economica, ambientale e sociale, che possano favorire lo sviluppo.

La dotazione finanziaria del Por Fesr 2014-2020 della Toscana è di 792.454.508 euro, provenienti dall’Unione Europeaper 396.227.254 euro, dallo Stato italiano per 77.359.078 euro, dalla Regione Toscana per 118.868.176 euro.
Le priorità di investimento e le proposte di intervento su cui la Toscana intende concentrare le risorse vengono inquadrate all’interno di una struttura operativa articolata su 6 assi prioritari (oltre ad e un asse dedicato alle attività diAssistenza teecnica), corrispondenti a sei grandi obiettivi tematici:

Mia Immagine

Info: Finanziamenti e Agevolazioni

  • Asse 1: Rafforzare la ricerca, lo sviluppo tecnologico e l’innovazione
  • Asse 2: Migliorare l’accesso alle tecnologie dell’informazione e della comunicazione
  • Asse 3 Promuovere la competitività delle Pmi
  • Asse 4 Sostenere la transizione verso un’economia a bassa emissione di carbonio in tutti i settoriAsse 5 Qualificare e valorizzare la rete dei grandi attrattori culturali
  • Asse 6 Urbano Promuovere l’inclusione sociale, combattere la povertà e ogni forma di discriminazione (asse Urbano)
  • Il programma si basa su tre scelte strategiche:
  1. il ruolo prioritario di ricerca, sviluppo, innovazione e competitività del sistema economico, con particolare attenzione alla dimensione manifatturiera da un lato e al raccordo tra turismo, città e grandi attrattori museali dall’altro;
  2. la sinergia tra maggiore competitività delle imprese e sostenibilità ambientale, come guida dello sviluppo e della produzione;
  3. la valorizzazione della dimensione sociale per gli interventi territoriali, che puntano sui servizi alle persone e il recupero funzionale di immobili finalizzati all’inclusione delle fasce deboli.

Per ottenere impatti più significativi, quindi, il programma destina il 72% delle risorse a sostegno del sistema imprenditoriale e concentra la quota restante (28%) su interventi finalizzati allo sviluppo della qualità sociale, deiservizi e ambientale dei territori.

i bandi aperti e i bandi in attuazione. CHIEDI INFORMAZIONI

CLICCA QUI PER VEDERE TUTTO SU: POR Creo Fesr 2014-2020

Mia Immagine

Info: Finanziamenti e Agevolazioni

                    <p><img alt="TOSCANA.TURISMO.COMMERCIO" height="100" src="http://www.toscanacontributi.it/images/AGEVOLAZIONI/TOSCANA/TOSCANA.TURISMO.COMMERCIO.jpg" width="100" />TOSCANA, Por Creo Fesr 2007-2013, nuovo bando del Fondo di garanzia turismo e commercio.<br />Al via la nuova edizione, migliorata, del bando per garanzie su finanziamenti per investimenti delle micro, piccole e medie imprese, in attivi materiali ed immateriali, fino all'80% dell'esposizione - per capitale e interessi contrattuali e di mora - del soggetto finanziatore nei confronti dell'impresa beneficiaria.<br />Il bando ha lo scopo di agevolare la realizzazione di programmi di investimento di sviluppo aziendale, programmi di investimento in attivi materiali e/o immateriali per installare un nuovo stabilimento, ampliare uno stabilimento esistente e di acquisizione di attivi di uno stabilimento, se connessi all'attuazione di un piano di crescita dell'attività dell'impresa.<br />Possono presentare domanda le micro, piccole e medie Imprese (Pmi) dei settori turismo,  commercio e servizi diversi.<br />La  garanzia è rilasciata ai soggetti finanziatori per un importo massimo garantito non superiore all'80% dell'importo di  ciascun  finanziamento. Nei  limiti  di  tale  importo, la  garanzia  rilasciata  copre  fino  all'80% dell'ammontare  dell'esposizione del  soggetto finanziatore nei confronti dell'impresa beneficiaria.<br />L'importo  massimo  garantito  è  fissato  in  1.200.000 euro  per  singola  impresa,  e in 1.800.000 euro per gruppi di imprese.<br />D omande fino al 30 giugno 2016. <a href="http://www.toscanacontributi.it/richiedi/informazioni">CHIEDI INFORMAZIONI</a></p>

CLICCA QUI PER VEDERE TUTTO SU: Turismo e Commercio Por Creo Fesr 2007-13

                    <p><img alt="Toscana.startup.giovanili.manifatturiere" height="100" src="http://www.toscanacontributi.it/images/Toscana.startup.giovanili.manifatturiere.jpg" width="100" />Por Fesr 2014-2020, Agevolazioni per imprese giovanili nel manifatturiero.<br />Toscana: approvato il bando per la concessione di aiuti alle start up giovanili del settore manifatturiero per "Avvio" e " Consolidamento".<br />La Regione Toscana, nell'ambito del progetto Giovanisì, al fine di consolidare lo sviluppo economico ed accrescere i livelli di occupazione giovanile, intende agevolare la realizzazione di progetti d’investimento per: <br />- AVVIO di micro e piccole iniziative imprenditoriali, alle quali concedere microcredito e voucher per l’acquisizione di servizi di consulenza e supporto all'innovazione utili alla creazione e allo svolgimento dell'attività d’impresa e sarà data all'impresa l'opportunità di richiedere anche la concessione di garanzia del fondo regionale per ottenere un finanziamento bancario; <br />- CONSOLIDAMENTO di piccole imprese costituite da più di due anni e da non oltre cinque, alle quali concedere la garanzia regionale per ottenere il finanziamento bancario necessario a sostenere l'espansione aziendale.</p>

Beneficiari: le Micro e Piccole Imprese giovanili la cui costituzione è avvenuta nel corso dei due anni precedenti la data di presentazione della domanda di accesso all’agevolazione; persone fisiche che costituiranno l’impresa entro sei mesi dalla data di notifica del provvedimento di concessione sempre che non abbiano un età superiore a 40 anni al momento della costituzione dell’impresa medesima. L’importo dell’investimento ammissibile alle agevolazioni è compreso tra 8.000,00 e 35.000,00 Euro. L’agevolazione totale tra microcredito e voucher non può superare l’80% del progetto d’investimento ammissibile. 
Per il CONSOLIDAMENTO micro e piccole iniziative imprenditoriali mediante la concessione di garanzia mediante utilizzo del Fondo di garanzia. 
Domande dal 15 ottobre 2015 fino ad esaurimento delle risorse. CHIEDI INFORMAZIONI

CLICCA QUI PER VEDERE TUTTO SU: Agevolazioni per Start up Giovanili Manifatturiere Por Fesr 2014-2020

                    <p><img alt="Toscana.Fondo.di.garanzia.industria.artigianato" height="100" src="http://www.toscanacontributi.it/images/Toscana.Fondo.di.garanzia.industria.artigianato.jpg" width="100" />TOSCANA: entrano in vigore dal 1 ottobre le nuove regole per le domande di accesso al fondo gratuito di garanzia del 80% dalle piccole e medie imprese dei settori industria, artigianato, cooperazione e servizi, anche di nuova costituzione. Sarà così più facile accedere ai finanziamenti per le imprese mediante il fondo di garanzia gratuito del 80% del finanziamento a medio lungo termine.<br />La Regione Toscana intende agevolare la realizzazione di progetti di investimento con l’obiettivo di favorire la competitività del sistema produttivo regionale, in particolare lo sviluppo e il rafforzamento patrimoniale delle imprese, l’incremento della loro capacità di generare innovazione.<br />La garanzia è concessa a fronte di finanziamenti contratti per la realizzazione di programmi di sviluppo aziendale, programmi di investimento in attivi materiali e/o immateriali per installare un nuovo stabilimento, ampliare uno stabilimento esistente, diversificare la produzione di uno stabilimento mediante prodotti nuovi aggiuntivi o trasformare radicalmente il processo produttivo complessivo di uno stabilimento esistente. Inoltre sono ammessi programmi per  acquisizione di attivi di uno stabilimento,  se connessi all’attuazione di un piano di crescita dell’attività dell’impresa.<br />Beneficiari: possono presentare domanda le Micro, Piccole e Medie Imprese (PMI) anche di nuova costituzione, regolarmente iscritte al registro delle imprese, esercitanti un’attività economica identificata come prevalente nell’unità locale che realizza il programma di investimento, rientrante nei settori industria, artigianato, costruzioni, edilizia, energia, trasporti, commercio, sanità, Ict, servizì. Sarà riconosciuta una priorità per le imprese ubicate nelle aree di crisi regionali. L’importo massimo garantito è pari a € 1.600.000,00 per singola impresa e pari a € 2.400.000,00 per gruppi di imprese. <a href="http://www.toscanacontributi.it/richiedi/informazioni">CHIEDI INFORMAZIONI</a></p>

CLICCA QUI PER VEDERE TUTTO SU: Fondo di Garanzia Industria, Artigianato, Cooperazione e Servizi POR CReO FESR 2007-2013

                    <p><img alt="TOSCANA.AREA.CRISI.PIOMBINO" height="100" src="http://www.toscanacontributi.it/images/TOSCANA.AREA.CRISI.PIOMBINO.jpg" width="100" />Toscana, Par Fas 2007-2013, Protocolli d'insediamento nelle aree di crisi di Piombino e di Livorno: al via le manifestazioni di interesse.<br />Si tratta di contributi a fondo perduto per programmi tesi a favorire la crescita sostenibile, la qualificazione del tessuto produttivo regionale e processi di industrializzazione nell'area di crisi di Piombino e nell'area di crisi di Livorno.<br />Il bando è rivolto a imprese dei settori dell'industria e dei servizi, di particolare rilevanza strategica, aventi  contenuti  innovativi, di dimensione  significativa e in grado di produrre occupazione aggiuntiva.<br />Sono previsti contributi a fondo perduto per interventi di ricerca industriale e sviluppo sperimentale, investimenti materiali e immateriali, investimenti finalizzati alla creazione o all'ammodernamento di infrastrutture di ricerca, che includono anche interventi di reindustrializzazione in aree di crisi.<br />Beneficiari: grandi imprese, micro e Pmi, o imprese in forma aggregata. Presentazione domande con scadenze quadrimestrali: 28 febbraio, 30 giugno, 31 ottobre, salvo sospensione per esaurimento risorse. <a href="http://www.toscanacontributi.it/richiedi/informazioni">CHIEDI INFORMAZIONI</a></p>

CLICCA QUI PER VEDERE TUTTO SU: Area di Crisi Piombino

                    <p><img alt="toscana.Internazionalizzazione" height="100" src="http://www.toscanacontributi.it/images/FONTI/toscana.Internazionalizzazione.jpg" width="100" />TOSCANA - POR CREO FESR 2014-2020 – AZIONE 3.4.2.  INCENTIVI ALL’ACQUISTO DI SERVIZI SERVIZI A SUPPORTO DELL'INTERNAZIONALIZZAZIONE IN FAVORE DELLE PMI.<br />La Regione Toscana ha approvato gli indirizzi per la concessione delle agevolazioni a sostegno dell’export delle PMI toscane operanti nei settori del manifatturiero (sub azione a) ed a sostegno della promozione sui mercati esteri del sistema di offerta turistica toscana (sub azione b). <br />Si tratta di incentivare gli investimenti in attività  per lo sviluppo di reti commerciali all’estero, quali partecipazione a fiere, apertura di uffici e sedi espositive, realizzazione di attività di incoming rivolta a operatori esteri, attività promozionale anche attraverso strumenti informatici innovativi, affinché le imprese toscane possano sviluppare il loro livello di competitività e trovare importanti sbocchi sui mercati esteri. Beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese in forma singola o aggregata. <br />Agevolazioni: sono previsi contributi a fondo perduto fino al 50% delle spese ammesse. Le spese ammesse sono variabili secondo la tipologia di impreso fino ad un aassimo ammissibile di euro 1.000.000. <br />Il progetto deve prevedere investimenti rivolti a Paesi esterni all’UE consistenti nell’acquisizione di servizi qualificati all’internazionalizzazione.<br />Le attività ammissibili sono le seguenti: Servizi all’internazionalizzazione, partecipazione a fiere e saloni di rilevanza internazionale, promozione mediante utilizzo di uffici o sale espositive all’estero; servizi promozionali, supporto specialistico all’internazionalizzazione, supporto all'innovazione commerciale per la fattibilità di presidio su nuovi mercati. Il Bando verrà pubblicato nel mese di aprile 2016. <a href="http://www.toscanacontributi.it/richiedi/informazioni">CHIEDI INFORMAZIONI</a></p>

CLICCA QUI PER VEDERE TUTTO SU: servizi per internazionalizzazione POR Creo Fesr 2014-2020

                    <img alt="TOSTANA.GARANZIE.FINANZIAMENTI.GIOVANIPROFESSIONISTI" height="100" src="http://www.italiacontributi.it/images/AGEVOLAZIONI/TOSCANA/TOSTANA.GARANZIE.FINANZIAMENTI.GIOVANIPROFESSIONISTI.jpg" width="100" /><p>Toscana: Concessione di garanzie e di contributi in conto interessi a favore dei giovani professionistile professioniBENEFICIARI: Possono presentare la richiesta di garanzia e di contributo in conto interessi: a. i giovani professionisti di età non superiore a 40 anni; b. gli esercenti la pratica od il tirocinio professionale di età non superiore a 30 anni.Possono presentare la richiesta di garanzia: c. gli Ordini e Collegi professionali od Associazioni professionali, anche di secondo grado, aventi sede in Toscana.

AGEVOLAZIONE: La garanzia del fondo è diretta, esplicita, incondizionata, irrevocabile ed è rilasciata a favore dei soggetti

finanziatori per un importo massimo garantito pari all’80% dell’importo di ciascun finanziamento. La garanzia è rilasciata al 60% qualora la domanda di ammissione è richiesta da Ordini e Collegi professionali od Associazioni professionali.

Sui finanziamenti garantiti dal fondo non possono essere acquisite garanzie personali, reali, bancarie o assicurative.

CONTRIBUTO: Il contributo in conto interessi è concesso in misura pari al 100% dell’importo degli interessi gravanti sui finanziamenti garantiti in favore dei giovani professionisti ovvero esercenti la pratica o il tirocinio professionale.

INTERVENTI FINANZIABILI: Sono ammesse alla garanzia le operazioni finanziarie finalizzate all’avvio e sviluppo di studi professionali, all’acquisizione di beni strumentali innovativi e tecnologie, all’acquisizione di strumenti informatici, a garantire la sicurezza dei locali dove si esercita l’attività professionale, nonché a finanziare progetti innovativi.

DOMANDA: le domande sono presentate con la modalità a sportello, tenendo conto dell’ordine cronologico di arrivo fino ad esaurimento delle risorse.

CHIEDI INFORMAZIONI

CLICCA QUI PER VEDERE TUTTO SU: Toscana: Garanzie e Finanziamenti giovani professionisti

                    <img alt="PSR.TOSCANA PIANO.SVILUPPO.RURALE.2014 2020" height="100" src="http://www.toscanacontributi.it/images/AGEVOLAZIONI/TOSCANA/PSR.TOSCANA-PIANO.SVILUPPO.RURALE.2014-2020.jpg" width="100" /><p>La Commissione Europea approva le modifiche e integrazioni proposte dalla Regione Toscana. Tra le novità una nuova linea di incentivi e l'ampliamento dei beneficiari per alcune misure.

Una nuova linea di incentivi per  forestazione e imboschimento: pagamento del 100% delle spese di investimento, più un contributo, per i primi anni, per il mancato reddito e le spese di manutenzione. Innalzamento della soglia massima degli investimenti per impianti per cippato e pellets  da 300mila euro a 1,3 milioni di euro. Estensione a tutti i soggetti che producono e vendono energia derivante da biomasse forestali, degli incentivi, prima destinati solo a imprenditori agricoli professionali (IAP) e a giovani, per impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili (solare, idrica, eolica, biomassa agroforestale, biogas). Apertura alle imprese della commercializzazione dei prodotti floricoli degli incentivi per trasformazione/ commercializzazione e/o sviluppo dei prodotti agricoli. Sono alcune delle importanti novità del Programma di sviluppo rurale (Psr) del Fondo europeo per l’agricoltura e lo sviluppo rurale (Feasr) 2014-2020, che la Commissione Europea ha approvato con  Decisione di esecuzione n. 5174 (2016) del 3 agosto 2016 su proposta della Regione Toscana.

Ecco il dettaglio delle modifiche / integrazioni del Psr 2014-2020 approvate, misura per misura:

  1. Sottomisura 1.1 “Sostegno ad azioni di formazione professionale e acquisizione di competenze”.
  • Modifica dei beneficiari: inserita la Regione Toscana fra i beneficiari di questa sottomisura al fine di garantire la continuità formativa per le tematiche inerenti l’AIB (Anti Incendi Boschivi) e la gestione del Patrimonio Agricolo e Forestale Regionale. La Regione Toscana effettuerà l’incarico nel rispetto della normativa sugli appalti pubblici.

  • Introdotti i costi semplificati (detti anche costi standard) per la formazione professionale al fine di ridurre gli oneri amministrativi e i costi burocratici delle procedure.

  1. Misura 3 “Regimi di qualità dei prodotti agricoli e alimentari”: possibilità di attivazione della misura anche al di fuori della progettazione integrata e introduzione di nuovi principi per la selezione delle domande.

  2. Sottomisura 4.2 “Sostegno a investimenti a favore della trasformazione/ commercializzazione e/o dello sviluppo dei prodotti agricoli”. La modifica riguarda l’inserimento fra i beneficiari anche di imprese che effettuano investimenti nella commercializzazione dei prodotti floricoli.

  3. Aggiornamento del paragrafo 8.1 del Psr 2014-2020 “Condizioni generali di amissibilità”, lettera m) “Conformità alle norme Unionali, nazionali e regionali” per una integrazione relativa alla normativa sul lavoro che prevede l’esclusione dal sostegno degli imprenditori che hanno riportato sentenze definitive di condanna per violazione di normative in materia di lavoro.

  4. Sottomisura 6.1 “Aiuti all’avviamento di imprese per i giovani agricoltori”:

  • presentazione della domanda di aiuto ai giovani che hanno acquisito la partita IVA nei 12 mesi precedenti anziché nei 6 mesi precedenti alla domanda stessa.

  • diminuzione dei premi per il primo insediamento rispettivamente da 50.000 euro a 40.000 euro per le zone montane e da 40.000 euro a 30.000 euro per le altre zone.

  1. Revisione definizione “piccola scala” nella sottomisura 8.6 “Sostegno agli investimenti in tecnologie silvicole e nella trasformazione, mobilitazione e commercializzazione dei prodotti delle foreste”: incremento della dimensione massima di investimenti in impianti di produzione di cippato o pellets da 300.000 euro a 1,3 milioni del massimale di investimento finanziabile per tali impianti.

  2. Attivazione della sottomisura 8.1 “Sostegno alla forestazione/imboschimento” al fine di riqualificare e migliorare l’ambiente e il paesaggio delle aree agricole delle zone periurbane e di contribuire a risolvere il problema dell’abbandono o del degrado in tali zone. La nuova misura prevede il pagamento al 100% delle spese di investimento, più un contributo (solo per i primi anni) per il mancato reddito e le spese di manutenzione.

8. Modifica dell’operazione 6.4.2 “Energia derivante da fonti rinnovabili nelle aziende agricole” per incentivare lo sviluppo della filiera bosco-legno-energia e la bioeconomia, consentendo l’accesso all’operazione anche a tutti gli altri soggetti che producono e vendono energia derivante da biomasse forestali. 

CHIEDI INFORMAZIONI

CLICCA QUI PER VEDERE TUTTO SU: Toscana: PSR 2014-2020

Source

Mia Immagine

Info: Finanziamenti e Agevolazioni

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: