finanziamento a fondo perduto 2015

Mia Immagine

Info: Finanziamenti e Agevolazioni

 


Tutto quello che è necessario conoscere sul bando INAIL FIPIT. La documentazione da presentare e la le proroghe di tempo. Come si articola il finanziamento? Quali sono gli importi per i vari settori? Le precisazioni in merito alla realizzazione del progetto. Le testimonianze di coloro i quali hanno deciso di partecipare al bando.

Sul sito INAIL è già da tempo disponibile il bando FIPIT, il quale mette a disposizione circa 30 milioni di euro, finalizzati al supporto economico, dunque al finanziamento delle imprese che operano in settori considerati ad alto rischio infortunistico oppure a quelle che investono i propri risparmi in progetti innovativi, tecnologici, per la salute e per la sicurezza all’interno dei luoghi di lavoro.

CHI PUÒ ACCEDERE AL BANDO FIPIT? QUALI SONO LE NUOVE SCADENZE PER LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE?

Come per tutti i bandi con relativi finanziamenti, anche quello dell’INAIL prevede delle restrizioni per l’accesso al credito. I 30 milioni di euro concessi alle imprese sono destinati all’agevolazione delle micro e piccole imprese che operano nei seguenti settori:

Mia Immagine

Info: Finanziamenti e Agevolazioni

  • agricoltura;
  • edilizia;
  • estrazione e lavorazione dei materiali lapidei.

La domanda relativa al finanziamento INAIL doveva essere presentata entro e non oltre le ore 18.00 del 15 gennaio 2015, secondo la proroga con determina del Direttore centrale Prevenzione n. 83 del 28 novembre 2014.

Inoltre, il termine per la pubblicazione sul sito Inail della composizione delle Commissioni è stato prorogato al 27 gennaio 2015 e il termine di 180 giorni relativi all’attività istruttoria delle Commissioni è prorogato al 30 gennaio 2015.

La domanda di partecipazione deve essere inserita e inoltrata direttamente online, insieme alla documentazione prevista dal bando INAIL. Le imprese hanno a disposizione un servizio online che consente loro di procedere con la richiesta tramite una procedura informatica. Prima di inserire la richiesta di partecipazione è necessario iscriversi al portale.

Mia Immagine

Info: Finanziamenti e Agevolazioni

A seguito di questa procedura, è indispensabile inviare la domanda e la documentazione prevista dal bando, direttamente tramite Posta certificata (Pec) dell’ente regionale o provinciale di competenza, avendo cura di indicare nell’oggetto della mail la dicitura Bando Fipit e di riportare il codice identificativo univoco attribuito dall’applicativo, fornito al momento in cui si effettua il salvataggio della domanda di partecipazione online.

COME SI ARTICOLA IL FINANZIAMENTO INAIL FIPIT?

Il finanziamento FIPIT, disposto da INAIL si compone delle seguenti parti:

  • 15.582.703€ per il finanziamento dei progetti del settore agricoltura;
  • 9.417.297€ per il finanziamento dei progetti del settore edilizia;
  • 5 milioni di euro per il finanziamento dei progetti del settore estrazione e lavorazione dei materiali lapidei.

Il finanziamento così composto servirà a coprire uno quota pari a ben il 65% dei costi (al netto dell’IVA); va da sé che le spese relative al progetto dovranno essere sostenute e documentate; esse dovranno essere comprese tra un minimo di 1.000€ ad un massimo di 50.000€, rispettando il regime dei minimis.

Mia Immagine

Info: Finanziamenti e Agevolazioni

Il finanziamento non può essere cumulabile con i bonus investimenti istituito dal D.L. 91/2014 (Decreto Competitività); inoltre uno dei requisiti indispensabili è che l’impresa non abbia fatto richiesta né abbia ricevuto altri contributi pubblici sul progetto oggetto della domanda INAIL.

Inoltre, nel bando viene chiarito che non sono ammesse le acquisizioni di impianti, macchinari o attrezzature mediante leasing.

Le spese che possono essere presentate e tenute in considerazione per la realizzazione del progetto, sono quelle riferite a progetti non realizzati e non in corso di realizzazione alla data di pubblicazione del bando, ovvero tutti quei lavori avvenuti dopo il 18 luglio 2014.

CHE COSA SUCCEDE SE SI SUPERA IL MASSIMALE DE MINIMIS?

Nel caso in cui uno dei partecipanti superasse il massimale de minimis, ovvero i 200.000 euro previsti dal Regolamento UE n. 1407/2013, o di 15.000 euro previsti dal Regolamento UE n. 1408/2013 per gli aiuti nel settore agricolo, il finanziamento non potrà essere concesso, in quanto superiore alla soglia indicata dal regime.

CHIARIMENTI IN MERITO ALLA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO NEL SETTORE AGRICOLO E EDILE

Inoltre, per ciò che riguarda la realizzazione del progetto nel settore agricolo, l’INAIL chiarisce che le moto agricole non possono essere finanziate.

Un altro chiarimento deve essere fatto in merito ai lavori progettuali inserenti al settore edile. Per la presentazione della domanda di partecipazione, nello specifico caso di cantieri temporanei e mobili, l’INAIL precisa che questa deve essere presentata presso la sede ubicata nella stessa regione in cui l’impresa ha attiva la posizione assicurativa territoriale (PAT) su cui è stato denunciato il cantiere ed è assicurato il relativo rischio.

La medesima procedura vale anche nel caso in cui il cantiere svolga la propria attività in un’altra regione rispetto a quella sede della PAT.

RIDUZIONE PREMI E CONTRIBUTI

La misura presa da INAIL, in merito alla riduzione dei premi e dei contributi per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali per il 2015, è pari a al 15,38%, in crescita del 1,21% rispetto al 2014.

La misura viene applicata a tutte le tipologie di premi e contributi INAIL, destinati all’assicurazione contro infortuni sul lavoro e le malattie professionali.

In merito allo sconto unico, il quale è applicabile in sede di autoliquidazione per tutte le tipologie di premio, esso è stato introdotto sperimentalmente per il triennio 2014/2016; per il 2015 le risorse stanziate sono pari a 1,1 miliardi di euro.

FACCIAMO QUALCHE ESEMPIO DI BANDO INAIL FINANZIAMENTI 65% A FONDO PERDUTO PER LE IMPRESE

Al fine di fornire ai lettori interessati un’informazione precisa e dettagliata in merito al finanziamento INAIL, si riportano qui di seguito una serie di video-focus riguardanti tale proposta.

Con il video seguente si desidera fornire delle indicazioni generali in merito al finanziamento a fondo perduto dell’INAIL, dedicato alla imprese.

Il seguente video focalizza l’attenzione su un settore in particolare dell’investimento a fondo perduto INAIL, ovvero l’agricoltura.  In questo caso, si espone l’argomento, affidandosi alle parole di un diretto interessato.

VIDEO: QUALI SONO LE SPESE FINANZIABILI DAL CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO DELL’INAIL?

  <i></i> Articolo letto 4.181 volte

Dott.ssa Sara Tomasello

Source

Mia Immagine

Info: Finanziamenti e Agevolazioni

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: